7.4.12

Serie A 2011/2012, 31a giornata: Palermo-Juventus

Dopo il clamoroso k.o. casalingo del Milan contro la Fiorentina, la Juventus vuole approfittare del regalo dell'ex Amauri per sorpassare i rossoneri in vetta e riportarsi in testa a +1: sembrava cosa impossibile due settimane fa, quando la Juve era ancora costretta a vincere per rimanere a -4. Di fronte c'è però il Palermo, che seppur incerottato davanti ai propri tifosi del Barbera ha sempre fatto bene quest'anno. Sono subito i bianconeri che fanno la partita, attaccando con la solita intensità contro comunque una difesa rosanero che riesce a contenere abbastanza ordinatamente gli attacchi avversari. Ci sono alcune situazioni insidiose dove la squadra di Conte può fare meglio, come un pallone di Vucinic nel corridoio per Vidal che è leggermente lunga e non permette al cileno di trovarsi davanti a Viviano. La prima vera palla-gol è però sui piedi di Fabio Quagliarella, preferito a Matri: imbucato da Estigarribia il centravanti stabiese calcia male sul primo palo, non trovando da buonissima posizione lo specchio della porta. Un'altra occasione è per Vucinic, che lanciato in area viene coperto dal difensore, poi si impasticcia con il portiere Viviano e la palla giunge al montenegrino, che da posizione defilatissima tenta la conclusione che però attraversa l'area piccola e termina dall'altra parte del campo.

Motomondiale: Qualifiche Gp del Qatar

Ora vi illustro i risultati delle Qualifiche sulla pista del Qatar che hanno determinato lo schieramento di partenza per le varie gare di domani.


MotoGp
Lorenzo e Stoner si giocheranno la gara
La prima Pole del 2012 se l'aggiudica Lorenzo che già aveva lanciato degli avvertimenti nelle libere di ieri e si piazza davanti a tutti con il tempo di 1.54.634 rifilando 2 decimi a Stoner 2°. 3° Crutchlow che precede Spies autore di una caduta nei minuti finali. Addirittura 5° con la Ducati Hayden staccato solo un secondo dalla Pole e riesce a metter dietro Dovizioso e Pedrosa che scatterà addirittura dalla 3°fila. Poi si susseguono Barbera,Abraham,Bautista e Rossi che si qualifica solo 12° ed è l'ultima delle moto ufficiali con un ritardo di ben 2192 millesimi. In queste qualifiche c'è stata la riconferma della superiorità della Yamaha e Lorenzo è il grande favorito per la gara di domani e nei vari run ha messo in mostra un passo gara mostruoso forse anche leggermente superiore a quello di Stoner che sembra l'unico che riesce a far andare la Honda. Poi sempre il solito discorso Ducati, non si capisce perchè Hayden è a un secondo dalla Pole con il 5° tempo mentre Rossi è a oltre 2 secondi con il 12°. E' sempre lo stesso discorso ed oggi Rossi era l'ultima delle Ducati e lui aveva detto di puntare alla 2°fila ma per arrivarci avrebbe dovuto fare almeno il tempo del compagno di team. Ma non so tutte queste non si spiegano sono strane e speriamo che domani venga fuori l'animale da gara che c'è sempre stato in Valentino sennò altro che svolta, possiamo solo sperare in bene.

Premier League: giornata 32

Ecco il programma delle partite della trentaduesima giornata della Premier League (Inghilterra).

- Swansea-Newcastle 0-2 (5' e 69' Cisse)
- Sunderland-Tottenham 0-0
- Bolton-Fulham 0-3 (30' e 45' Dempsey, 80' Diarra)
- Chelsea-Wigan 2-1 (62' Ivanovic (C), 83' Diame (W), 90'+2 Mata)
- Liverpool-Aston Villa 1-1 (10' Herd (A), 82' Suarez)
- Norwich-Everton 2-2 (22' e 61' Jelavic (E), 39' Howson, 77' Holt)
- West Bromwich-Blackburn 3-0 (7' Olsson aut., 69' Fortuné, 85' Ridgewell)
- Stoke City-Wolverhampton 2-1 (26' Kightly (W), 37' Huth, 61' Crouch)
- Manchester United-Queens Park R. 2-0 (15' Rooney rig., 68' Scholes)
- Arsenal-Manchester City 1-0 (87' Arteta)

Liga: giornata 32

Ecco il programma delle partite della trentaduesima giornata della Liga (Spagna).

- Espanyol-Real Sociedad 2-2 (12' e 14' Vela (R), 45' Demidov aut., 47' Weiss)
- Getafe-Sporting Gijon 2-0 (22' Miku, 47' Castro)
- Rayo-Osasuna 6-0 (5' Movilla, 17' e 28' Michu, 36' Costa, 57' Armenteros, 79' Tito)
- Saragozza-Barcellona 1-4 (30' Aranda (S), 36' Puyol, 39' e 86' rig. Messi, 90'+2 Pedro)
- Real Betis-Villareal 3-1 (35' Santa Cruz (R), 38' Martin (R), 58' Etxebarria (R), 90' Ruben rig.)
- Levante-Atletico Madrid 2-0 (1' Valdo, 10' Kone)
- Maiorca-Granada 0-0
- Athletic Bilbao-Siviglia 1-0 (47' Llorente)
- Real Madrid-Valencia 0-0
- Malaga-Racing Santander 3-0 (22' Isco, 64' Cazorla, 84' Van Nistelrooy)

Bundesliga: giornata 29

Ecco il programma delle partite della ventinovesima giornata della Bundesliga (Germania).

- Colonia-Werder Brema 1-1 (24' Rosenberg (W), 39' Jemal)
- Bayern Monaco-Augsburg 2-1 (1' e 59' Gomez, 23' Koo)
- Friburgo-Norimberga 2-2 (8' Didavi (N), 45' Pekhart (N), 53' Caligiuri rig., 79' Makiadi)
- Kaiserslautern-Hoffenheim 1-2 (26' Salihovic rig. (H), 71' Vukcevic (H), 87' Bugera)
- Stoccarda-Mainz 4-1 (3' Ivanschitz rig. (M), 7' Hajnal, 49' e 85' Ibisevic, 66' Kuzmanovic rig.)
- Wolfsburg-Borussia Dortmund 1-3 (22' e 90' Lewandowski, 49' Gundogan (B), 61' Mandzukic)
- Borussia Monchengladbach-Herta Berlino 0-0
- Schalke 04-Hannover 3-0 (6' e 47' Raul, 63' Huntelaar)
- Amburgo-Bayer Leverkusen 1-1 (40' Petric rig. (A), 55' Schurrle)

Il programma e i risultati della 31a giornata di Serie A 2011/2012

Ecco a voi il programma ed i risultati della 31a giornata di Serie A.

- Sabato 7/4/12
Ore 15.00
Milan-Fiorentina 1-2 (31' Ibrahimovic rig. (M), 47' Jovetic, 89' Amauri)
Atalanta-Siena 1-2 (9' Schelotto (A), 13' Larrondo rig., 90'+1 Destro)
Cagliari-Inter 2-2 (5' Astori (C), 6' Milito (I), 61' Pinilla (C), 64' Cambiasso)
Cesena-Bologna 0-0
Chievo-Catania 3-2 (6' Bradley (Ch), 20' Pellisier rig. (Ch), 32' Andreolli aut. (Ca), 51' Paloschi (Ch), 85' Almiron)
Lecce-Roma 4-2 (22' e 49' Muriel (L), 45' e 55' rig. Di Michele (L), 88' Bojan, 89' Lamela)
Novara-Genoa 1-1 (7' Palacio (G), 68' Mascara)
Udinese-Parma 3-1 (45'+1 e 90'+2 Asamoah, 56' Di Natale (U), 85' Lucarelli)
Ore 18.30
Palermo-Juventus 0-2 (56' Bonucci, 69' Quagliarella)
Ore 21.00
Lazio-Napoli 3-1 (9' Candreva (L), 34' Pandev (N), 68' Mauri, 81' Ledesma rig.)

Mondiali di Ciclismo su Pista Melbourne 2012: quarta giornata

Andiamo anche oggi allora a vedere le corse in programma:
  • Men's Individual Pursuit, Qualifying
  • Women's Keirin, First Round
  • Women's Omnium, Individual Pursuit
  • Women's Keirin, First Round Repechage
  • Men's Sprint, Semifinals
  • Women's Omnium, Scratch Race
  • Women's Keirin, Second Round
  • Women's Omnium, Time Trial
  • Women's Keirin, Finals
  • Men's Individual Pursuit, Finals
  • Men's Sprint, Finals
  • Men's Points Race, Final

6.4.12

L'Europa League è roba di iberici

Sono due anni che in Europa League le squadre della Penisola Iberica, che comprende Portogallo e Spagna, stanno dominando ritrovandosi al 100% nelle semifinali. Sia nell'edizione 2010/2011 che quella ancora in corso, la 2011/2012, in semifinale dell'ex Coppa UEFA ci sono state solo squadre spagnole e portoghesi. La scorsa stagione le partite prima della finale della competizione europea vedevano tre formazioni portoghesi ed una spagnola: rispettivamente il Porto, il Braga ed il Benfica ed il Villareal. In quella edizione si verificò una finale tutta portoghese, con il Porto che conquistò il titolo eliminando prima il Villareal e poi battendo il Braga. Quest'anno è fino ad ora successo il contrario: tre squadre spagnole, Atletico Madrid, Athletic Bilbao e Valencia, ed una portoghese, lo Sporting Lisbona.

Motomondiale: Seconda giornata di prove libere in Qatar

Ora vi descriveremo cos'è successo nella seconda giornata di prove libere in Qatar, primo Gp di questo 2012:

MotoGp
Con un Lorenzo così, Stoner ha pane per i suoi denti
Ci sono state 2 sessioni in tutto perchè ieri ce n'era stata solo una. Nella prima sessione a fare il capogruppo è come sempre Stoner con il tempo di 1.55.960 seguito dal solito trenino di Yamaha capeggiato da Lorenzo, seguito da un grande Dovizioso (688 millesimi di ritardo) e da Spies. Incredibile 5°posto per Barbera con una Ducati non ufficiale riesce a mettersi dietro in ordine Pedrosa (condizionato da una caduta a inizio turno) e Hayden con la Ducati ufficiale. Ma la cosa più brutta è che questa Ducati clienti ha rifilato ben 6 decimi a Rossi che è 10° a 1 secondo e 3 decimi.
Nella seconda sessione storia un pò diversa dove i tempi si abbassano decisamente e a far da capogruppo stavolta è Lorenzo con il tempo di 1.55.302 seguito a 154 millesimi da un sorprendente Crutchlow e da Stoner che si becca quasi 4 decimi di gap (il suo ultimo giro è stato rovinato perchè è stato rallentato da Bautista). Bene ancora Dovizioso 4° a 6 decimi che precede Pedrosa a 8 decimi. Ancora Barbera a 856 millesimi si prende la 6°piazza mettendo in fila tutte le Ducati. 7°Hayden e 8°Rossi a 1233 millesimi.
Sono emerse tante cose importanti da queste libere: innanzitutto che la Honda apparte con Stoner fa una fatica matta e che sono le Yamaha le migliori moto che riescono a preservare meglio le gomme, basta pensare che Lorenzo con le morbide ha messo in mostra un passo gara stratosferico cosa che a Stoner riesce solo con le dure e lo stesso australiano ha ammesso che sulla Honda le gomme morbide non funzionano più di 3 giri. L'altra cosa che ha fatto impressione è che alla fine della 1°sessione Filippo Guareschi della Ducati è andato a chiedere informazioni sull'assetto di Barbera con la moto clienti (dovrebbe essere il contrario,è vergognoso) e per giunta poi si è venuti a sapere che la moto che guida Barbera è la moto che Rossi aveva scartato nei test di Valencia perchè ritenuta "ferma". Domani si promettono qualifiche interessanti.

Sembra la Liga, sono Champions ed Europa League

Stiamo entrando nella fase finale della stagione calcistica 2011/2012, e ciò vuol dire che anche le competizioni europee stanno per giungere al termine. Quest'anno abbiamo assistito ad un dominio spagnolo: sia in Champions League che in Europa League le squadre in Spagna hanno squarciato la concorrenza altrui, arrivando in grandissimo numero alle semifinali delle due coppe molto ambite da ogni squadra di livello in Europa. Come ben sapete, arrivati alle semifinali le squadre rimanenti sono quattro; in totale, se sommiamo quelle di Champions ed Europa League sono otto. Di queste 5/8 sono spagnole, tanto che si crea uno scenario particolare. Nella massima competizione europea ci sono Barcellona e Real Madrid, sempre loro, che sfideranno rispettivamente Chelsea e Bayern Monaco. Se entrambe, da favorite quali sono, riusciranno a passare il turno si formerebbe una finale spettacolare e soprattutto interamente tra squadre spagnole.

Mondiali di Ciclismo su Pista Melbourne 2012: terza giornata

Andiamo anche oggi a vedere il programma del campionato:




  • Men's Sprint, Qualifying
  • Men's Sprint, 1/16 Finals
  • Men's Omnium, Individual Pursuit
  • Men's Sprint, 1/8 Finals
  • Women's Omnium, Flying Lap
  • Men's Sprint, 1/8 Finals Repechages
  • Women's Sprint, Semifinals 
  • Men's Sprint, Quarterfinals ­
  • Women's Scratch Race, Final
  • Men's Omnium, Scratch Race
  • Women's Sprint, Finals
  • Women's Omnium, Points Race
  • Men's Sprint, Race for 5th­8th Places
  • Men's Omnium, Time Trial
  • Women's Omnium, Elimination Race

Men's Sprint, Qualifying





N.B.
Gli atleti sono in tutto 53, gli italiani si sono classificati 51° e 52°,
la tabella non è intera per motivi di spazio











Barrichello: "Io in Ferrari? Perchè no.."

Barrichello alla guida della F2004
Notizia clamorosa per la Ferrari, Rubens Barrichello starebbe pensando di tornare in F1 dopo che il 12 Gennaio di quest'anno la Williams aveva annunciato ufficialmente che l'aveva appiedato per far posto a Bruno Senna. Il pilota brasiliano in un' intervista dove gli hanno fatto varie domande sulla F1 di quest'anno tra cui anche di Massa gli hanno domandato e lui ha risposto che si sente troppo in competizione con Alonso e che lo spagnolo in pista si diverte mentre Felipe ha la pressione addosso di dover fare il risultato per forza e va in pista con molta più pressione rispetto al compagno di Team.

Motomondiale: i risultati delle prime prove libere

Nella prima giornata che ha inaugurato la nuova stagione in Qatar ci sono stati due turni di prove libere per Moto2 e Moto3 e uno solo per la MotoGp. Ora vi descrivo brevemente cosa è accaduto nelle varie sessioni:
MotoGp
Stoner è il grande favorito
Nella Motogp ci sono le Yamaha in grande spolvero e solo Stoner che è stato il più veloce è riuscito a tenergli testa. Il campione in carica è stato il più veloce con 174 millesimi di vantaggio su Lorenzo e in terza piazza a sorpresa troviamo il ducatista Hayden che accusa solo 450 millesimi di ritardo ed ha rifilato ben un secondo al compagno di squadra Rossi che è solo 10° a 1440 millesimi di ritardo. Bene Spies 4° e sotto le aspettative Pedrosa 5° seguito da un sorprendente Crutchlow con la Yamaha clienti. Buon debutto di Dovizioso con la M1 anche se per ora è 8°. Soliti problemi in casa Ducati che come scritto sopra Rossi non riesce proprio a risalire almeno fino al 6° posto come aveva previsto, invece la grande sorpresa è stata Hayden che tutti si aspettano più lento del campione di Tavullia ed invece è lì davanti e rifila ben 1 secondo tondo al compagno di box. Infatti lo stesso Filippo Preziosi ha ammesso che i due piloti stavano lavorando su due strade "leggermente" diverse, anche se a me sembra un pò tanto vista la differenza di prestazione. L'unica nota positiva è che le desmosedici sono tornate le più veloci quanto a velocità di punta dando addirittura 10 km/h all'Honda di Stoner. Anche le Honda sono in difficoltà perchè apparte Stoner gli altri hondisti facevano una fatica pazzesca e per ora a dettar legge sembra la Yamaha. Vediamo nei prossimi turni.

Champions League 2011/2012, partite di ritorno dei quarti di finale: Barcellona-Milan 3-1

Il sogno rossonero infrange contro la potenza della portaerei Barça. Niente da fare al Camp Nou, dove il Milan, tra le polemiche, esce sconfitto 3-1 dalla "Macchina quasi-perfetta" di Pep Guardiola. Un Barcellona a tratti veramente irriconoscibile, incapace di incidere sulla gara, amministrato senza troppi affanni dalla retroguardia milanista. Poi i due rigori, il primo sacrosanto e causato da un gravissimo errore di Mexes che regala palla ai blaugrana nella propria trequarti difensiva, il secondo discutibile, con Nesta che trattiene Busquets per la maglia e viene atterrato lui stesso da capitan Puyol. I rigori si tramutano in due goal, realizzati dal solito Messi. A completare il quadro il pareggio lampo di Nocerino dopo il primo penalty e, nella ripresa, la rete, abbastanza fortunosa, di Iniesta, favorito da uno strano rimbalzo. Insomma, Davide (il Milan), piccoletto e armato solo di una fionda, non è riuscito a battere Golia (il Barça), il gigante grande e grosso, ma almeno l'ha messo in difficoltà, alle corde, l'ha costretto agli straordinari in una partita che sembrava già scritta. Eppure i milanisti ci avevano creduto e tanto, addirittura mandando in campo anche Pato, reduce da un infortunio, nei minuti decisivi, poi il brasiliano si fa male per l'ennesima volta e addio sogni di gloria. Ora per il Milan sarà meglio dimenticare questa triste serata e concentrarsi sul campionato, dove è sì in testa, ma con una Juventus sempre più vicina e pericolosa dopo la disfatta di Catania.

Europa League 2011/2012, partite di ritorno quarti di finale: Athletic Bilbao-Schalke 04

Dopo la partita d'andata che aveva presumibilmente chiuso il discorso qualificazione, il ritorno tra l'Athletic Bilbao e lo Schalke 04 regala comunque emozioni. La squadra basca continua a viaggiare ad alto ritmo in Europa League, mentre va così così nella Liga spagnola. In Germania l'Athletic aveva trionfato per 2-4 sfalsando i pronostici. All'8' minuto ci prova subito Muniain per i padroni di casa, ma il suo colpo di testa è bloccato dal portiere. Rispondono gli ospiti che al 10' vanno vicino al gol con Huntelaar, che imbucato in area obbliga ad un grande intervento l'estremo difensore avversario, Iraizoz. Al 28' si porta in vantaggio lo Schalke, che crede nell'impresa: perde palla la squadra di Bielsa a centrocampo, la sfera giunge all'olandese Huntelaar, che con grande freddezza e precisione lascia partire un destro all'angolino dal limite dell'area: 0-1. Stagione fantastica per "il Cacciatore", 10 gol in Europa League in 10 partite, 37esima rete stagionale in 36 presenze contando anche la Bundesliga e la coppa nazionale. Passa un minuto e ci riprovano i tedeschi, sfruttando lo sbandamento dei padroni di casa: conclusione da fuori di Jurado che passa non troppo lontano dalla porta.

Europa League 2011/2012, risultati quarti di finale ritorno

Anche in Europa League si avvicina l'ambita finale, non prestigiosa come quella della Champions ma comunque di alto livello. Ora rimangono quattro squadre, andiamo a vedere quali con i risultati delle partite di ritorno. Cliccate qui per accedere alla pagina Europa League 2011/2012 del blog. I risultati delle partite d'andata sono qui. Ecco quelli del ritorno.

Sono evidenziate in grassetto le squadre passate.

- Valencia-AZ Alkmaar 4-0 (15' e 17' Rami, 56' Jordi Alba, 80' Hernandez)
- Athletic Bilbao-Schalke 04 2-2 (29' Huntelaar (S), 41' Gomez (A), 52' Raul (S), 55' Susaeta)
- Metalist-Sporting Lisbona 1-1 (44' Van Wolfswinkel (S), 57' Cristaldo)
- Hannover-Atletico Madrid 1-2 (63' Adrian (A), 81' Diouf (H), 87' Falcao)

5.4.12

Giro d'Italia 2012: Elenco dei corridori e delle squadre partecipanti

Lampre-ISD FDJ-BigMat Rabobank Cycling Team
1 Michele Scarponi
81 Sandy Casar
161 Mark Renshaw
2 Damiano Cunego
82 Mickaël Delage
162 Juan Manuel Gárate
3 Diego Ulissi
83 Arnaud Démare
163 Theo Bos
4 Matteo Bono
84 William Bonnet
164 Tom Leezer
5 Adriano Malori
85 Francis Mourey
165 Stef Clement
6 Przemysław Niemiec
86 Geoffrey Soupe
166 Grischa Niermann
7 Daniele Pietropolli
87 Gabriel Rasch
167 Tom-Jelte Slagter
8 Daniele Righi
88 Dominique Rollin
168 Graeme Brown
9 Alessandro Spezialetti
89 Jussi Veikkanen
169 Dennis van Winden
Manager: Giuseppe Saronni Manager: Martial Gayant Manager: Jan Boven
AG2R La Mondiale Team Garmin-Barracuda RadioShack-Nissan
11 John Gadret
91 Tyler Farrar
171 Fränk Schleck
12 Manuel Belletti
92 Sébastien Rosseler
172 Jan Bakelants
13 Julien Berard
93 Jack Bauer
173 Daniele Bennati
14 Guillaume Bonnafond
94 Ramūnas Navardauskas
174 Ben Hermans
15 Hubert Dupont
95 Ryder Hesjedal
175 Giacomo Nizzolo
16 Ben Gastauer
96 Robert Hunter
176 Nélson Oliveira
17 Gregor Gazvoda
97 Alex Rasmussen
177 Thomas Rohregger
18 Matteo Montaguti
98 Peter Stetina
178 Jesse Sergent
19 Mathieu Perget
99 Christian Vande Velde
179 Oliver Zaugg
Manager: Laurent Biondi Manager: Charles Wegelius Manager: Luca Guercilena
Androni Giocattoli-Venezuela Orica-GreenEDGE Sky Procycling
21 José Rujano
100 Matthew Goss
181 Mark Cavendish
22 José Serpa
101 Fumiyuki Beppu
182 Bernhard Eisel
23 Emanuele Sella
102 Jack Bobridge
183 Juan Antonio Flecha
24 Roberto Ferrari
103 Daryl Impey
184 Sergio Henao
25 Fabio Felline
104 Jens Keukeleire
185 Peter Kennaugh
26 Alessandro De Marchi
105 Brett Lancaster
186 Ian Stannard
27 Miguel Ángel Rubiano
106 Christian Meier
187 Jeremy Hunt
28 Carlos José Ochoa
107 Svein Tuft
188 Geraint Thomas
29 Jackson Rodríguez
109 Tomas Vaitkus
189 Rigoberto Urán
Manager: Gianni Savio Manager: Matthew White Manager: Steven de Jongh
Astana Pro Team Katusha Team Team NetApp
31 Roman Kreuziger
111 Joaquim Rodríguez
191 Cesare Benedetti
32 Enrico Gasparotto
112 Pavel Brutt
192 Jan Bárta
33 Paolo Tiralongo
113 Michail Ignat'ev
193 Timon Seubert
34 Simone Ponzi
114 Alexander Kristoff
194 Andreas Schillinger
35 Aleksandr D'jačenko
115 Aljaksandr Kučynski
195 Bartosz Huzarski
36 Andrej Zejc
116 Alberto Losada
196 Reto Hollenstein
37 Kevin Seeldraeyers
117 Daniel Moreno
197 Andreas Dietziker
38 Evgenij Petrov
118 Gatis Smukulis
198 Matthias Brandle
39 Tanel Kangert
119 Ángel Vicioso
199 Daniel Schorn
Manager: Giuseppe Martinelli Manager: Valerio Piva Manager: Jens Heppner
BMC Racing Team Liquigas-Cannondale Team Saxo Bank
41 Thor Hushovd
121 Ivan Basso
201 Matteo Tosatto
42 Alessandro Ballan
122 Valerio Agnoli
202 Anders Lund
43 Mathias Frank
123 Maciej Bodnar
203 Volodymyr Hustov
44 Taylor Phinney
124 Eros Capecchi
204 Jonas Aaen Jørgensen
45 Marco Pinotti
125 Damiano Caruso
205 Juan José Haedo
46 Mauro Santambrogio
126 Paolo Longo Borghini
206 Luke Roberts
47 Ivan Santaromita
127 Cristiano Salerno
207 Mads Christensen
48 Johann Tschopp
128 Sylwester Szmyd
208 Manuele Boaro
49 Danilo Wyss
129 Fabio Sabatini
209 Lucas Sebastián Haedo
Manager: Fabio Baldato Manager: Stefano Zanatta Manager: Philippe Mauduit
Colnago-CSF Inox Lotto-Belisol Team Vacansoleil-DCM
51 Domenico Pozzovivo
131 Bart De Clercq
211 Matteo Carrara
52 Sacha Modolo
132 Brian Bulgac
212 Thomas De Gendt
53 Enrico Battaglin
133 Francis De Greef
213 Romain Feillu
54 Gianluca Brambilla
134 Lars Bak
214 Sergej Lagutin
55 Stefano Pirazzi
135 Gaëtan Bille
215 Gustav Larsson
56 Sonny Colbrelli
136 Adam Hansen
216 Tomasz Marczyński
57 Stefano Locatelli
137 Olivier Kaisen
217 Martijn Keizer
58 Angelo Pagani
138 Gianni Meersman
218 Stefan Denifl
59 Marco Coledan
139 Dennis Vanendert
219 Mirko Selvaggi
Manager: Roberto Reverberi Manager: Bart Leysen Manager: Jean-Paul van Poppel
Euskaltel-Euskadi Movistar Team
61 Mikel Nieve
141 Giovanni Visconti
62 Adrián Sáez
142 Marzio Bruseghin
63 Jon Izagirre
143 José Herrada
64 Miguel Mínguez
144 Beñat Intxausti
65 Pierre Cazaux
145 Pablo Lastras
66 Víctor Cabedo
146 Andrey Amador
67 Iván Velasco
147 Sergio Pardilla
68 Amets Txurruka
148 Branislaŭ Samojlaŭ
69 Juan José Oroz
149 Francisco Ventoso
Manager: Álvaro González de Galdeano Manager: José Luis Jaimerena
Farnese Vini-Selle Italia Omega Pharma-Quickstep
71 Filippo Pozzato
151 Dario Cataldo
72 Oscar Gatto
152 Marco Bandiera
73 Francesco Failli
153 Francesco Chicchi
74 Matteo Rabottini
154 Michał Gołaś
75 Andrea Guardini
155 Nikolas Maes
76 Elia Favilli
156 Serge Pauwels
77 Pierpaolo De Negri
157 Michał Kwiatkowski
78 Luca Mazzanti
158 Martin Velits
79 Alfredo Balloni
159 Julien Vermote
Manager: Luca Scinto Manager: Davide Bramati

Chelsea-Barcellona: la resa dei conti

Prendiamo in esame una delle due semifinali appena decise di questa Champions League. Il Chelsea risorto di Roberto Di Matteo, subentrato a Villas Boas nel corso della stagione, ed il Barcellona di Josep Guardiola, un allenatore che sa dare alla sua squadra uno dei giochi più belli al mondo, se non il gioco calcistico più bello. E' una ripetizione della semifinale dell'edizione 2008/2009, quando i Blues furono eliminati dal Barça con moltissimi fatti da recriminare, una prestazione grandiosa ma suicida ed una sfortuna senza limiti. In finale poi i blaugrana batterono 2-0 il Manchester United di Sir Alex Ferguson (reti di Samuel Eto'o e Lionel Messi) conquistando il terzo titolo complessivo tra Coppa dei Campioni e UEFA Champions League. Aprendo una parentesi, possiamo dire che anche il Manchester nella finale dello scorso anno voleva vendicarsi, ma alla fine è finita comunque 3-1 per il Barcellona (ricorderete, gol di Pedro, pareggio di Wayne Rooney e centri decisivi di Messi e David Villa); ma questa è un'altra storia. Il Chelsea fu eliminato sì, ma non fu un'eliminazione che andò tanto giù ai tifosi londinesi: ecco il perché.

Champions League 2011/2012, arrivano le semifinali

Passati i quarti di finale, arrivano le semifinali, ultimo treno prima di staccare un pass per l'ambitissima finale della UEFA Champions League. Delle quattro squadre rimaste due sono spagnole (quest'anno ancor di più la Spagna domina nelle competizioni europee, anche in Europa League), una è tedesca ed un'altra inglese. Stiamo parlando di Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Chelsea. Gli accoppiamenti erano già decisi fin dai sorteggi di Nyon per i quarti, e sono i seguenti:

ANDATA

- Bayern Monaco-Real Madrid (17/4 ore 20.45, Allianz Arena di Monaco di Baviera)
- Chelsea-Barcellona (18/4 ore 20.45, Stamford Bridge di Londra)

RITORNO

- Real Madrid-Bayern Monaco (25/4 ore 20.45, Bernabeu di Madrid)
- Barcellona-Chelsea (24/4 ore 20.45, Camp Nou di Barcellona)

Mondiali di Ciclismo su Pista Melbourne 2012: seconda giornata

Andiamo subito a vedere il programma di oggi, abbastanza fitto:

  •  Women's Sprint, Qualifying
  •  Women's Sprint, 1/16 Finals
  •  Women's Team Pursuit, Qualifying
  •  Women's Sprint, 1/8 Finals
  •  Men's Omnium, Flying Lap
  •  Women's Sprint, 1/8 Finals Repechages
  •  Women's Sprint, Quarterfinals ­ Race 1
  •  Women's Team Pursuit, Finals
  •  Women's Sprint, Quarterfinals ­ Race 2
  •  Men's Omnium, Points Race
  •  Men's 1Km Time Trial, Final
  •  Women's Sprint, Race for 5th­8th Places
  •  Women's Points Race, Final
  •  Men's Omnium, Elimination Race

4.4.12

Champions League 2011/2012, partite di ritorno quarti di finale: Real Madrid-APOEL Nicosia

Il Real si porta in semifinale
Un Real Madrid già ampiamente qualificato alle semifinali di Champions vuole comunque dare spettacolo di fronte ai propri tifosi, accorsi in tanti al Bernabeu per assistere allo show. L'APOEL Nicosia è stata la più bella sorpresa di questa edizione della Champions, ma alla fine la differenza tecnica è troppa ed all'andata i ciprioti hanno perso per 0-3, seppur subendo il tris nel quarto d'ora finale (Kakà e doppietta di Benzema). Nel primo tempo la squadra di Jovanovic soffre e non si rende mai pericolosa, subendo i continui attacchi della formazione schierata da Mourinho. Ci provano Cristiano Ronaldo due volte e Altintop, forse uno dei più spenti dei suoi, ma il portiere di riserva Pardo non corre grossi pericoli: l'APOEL rischia di più quando lo stesso portiere commette delle ingenuità, come quando esce in presa alta ed in volo gli sfugge il pallone, che rimbalza in direzione della porta con nessuno del Real che riesce ad intervenire. Al 26' i Blancos si portano in vantaggio: cross col contagiri di Marcelo per Ronaldo, che non può fallire il tap-in da due passi ed a porta spalancata fa 1-0.

Champions League 2011/2012, risultati quarti di finale ritorno

Finalmente sappiamo quali sono le 4 squadre teoricamente più forti d'Europa. Finiti i quarti di finale, sono già stabiliti gli accoppiamenti delle semifinali. Cliccate qui per accedere alla pagina Champions League del blog. I risultati dell'andata sono qui. Ecco di seguito i risultati delle partite di ritorno. Sono evidenziate in grassetto le squadre passate alle semifinali.

- Bayern Monaco-Marsiglia 2-0 (13' e 37' Olic)
- Barcellona-Milan 3-1 (11' rig. e 41' rig. Messi, 32' Nocerino (M), 53' Iniesta)
- Real Madrid-APOEL Nicosia 5-2 (26' e 75' Ronaldo (R), 37' Kakà (R), 67' Manduca (A), 80' Callejon (R), 82' Solari rig. (A), 84' Di Maria)
- Chelsea-Benfica 2-1 (21' Lampard rig. (C), 85' Garcia (B), 90' Meireles)

Catania-Milan, nessun gol fantasma

Dopo le tante polemiche che hanno seguito l'anticipo della 30a giornata di Serie A, Catania-Milan, finalmente ci si vede chiaro. Siamo al 20' della ripresa, sul risultato di 1-1 (reti di Robinho e Spolli), quando Robinho si presenta davanti al portiere del Catania, Carrizo, lo salta e tira a porta vuota: due difensori vanno a vuoto, il terzo, Marchese, no. Il terzino intercetta il pallone con l'esterno del piede sinistro proprio nel momento in cui la sfera sta varcando la linea, impedendo il gol dell'1-2 per il Milan. A fine partita (terminata poi 1-1) piovono le polemiche: Galliani, a.d. rossonero, ed Allegri, allenatore Milan, si sono vivacemente lamentati ed hanno dichiarato inaccettabile il fatto. Galliani ha ripetuto che lui ha sempre avuto molto rispetto per le decisioni arbitrali, ma non può accettare che per due volte che la palla supera la linea non gli venga dato un gol (ricorderete il clamoroso gol fantasma di Sulley Muntari in Milan-Juventus, scontro scudetto). Anche Massimiliano Allegri si lamenta dichiarando che nelle 5 partite equilibrate della stagione sono stati sempre penalizzati, anche se in verità esagera un po' poiché nel corso del campionato ha avuto anche diversi aiuti, 
per farvi un esempio quello della giornata precedente contro la Roma, anche quella una partita EQUILIBRATA; inoltre tira in ballo anche la Juventus, che in realtà non c'entra nulla e dimostra di avere un po' di paura nei confronti della squadra bianconera. Il riferimento ai rivali sta appunto a ricordare l'episodio di Muntari, che secondo lui ha falsato un campionato che sarebbe ampiamente chiuso (anche qui ci sarebbero diverse ragioni per cui la sua affermazioni sia non del tutto vera). Insomma, voi penserete: "ma questa palla è entrata, sì o no?".

Mondiali di Ciclismo su Pista Melbourne 2012: prima giornata

Sono 5 le giornate di gara tra le varie nazioni per i Campionati Mondiali di pista in programma a Melbourne quest'anno.

Prima giornata

I 20 stadi più grandi del mondo

Dopo la Top 10 sugli stadi più capienti (Eccola qui), vi proponiamo in esclusiva anche la Top 20 degli impianti più grandi del mondo. Gli Stati Uniti d'America si confermano veri mattatori con ben 11 stadi su 20, solo 2 quelli europei. Sono rappresentati tutti e cinque i continenti.
 

Stadio Capacità Luogo
1 Rungrado May Day Stadium 150.000 Pyongyang, Corea del Nord
2 Salt Lake Stadium 120.000 Calcutta, India
3 Michigan Stadium 109.901 Ann Arbor, Usa
4 Beaver Stadium 106.572 Pennsylvania, Usa
5 Estadio Azteca 105.000 Città del Messico, Messico
6 Neyland Stadium 102.455 Konxville, Usa
7 Ohio Stadium 102.329 Colombus, Usa
8 Bryant-Denny Stadium 101.821 Tuscaloosa, Usa
9 Royal-Texas Memorial Stadium 100.119 Austin, Usa
10 Melbourne Cricket Ground 100.018 Melbourne, Australia
11 Azadi Stadium 100.000 Teheran, Iran
12 Camp Nou 99.354 Barcellona, Spagna
13 FNB Stadium 94.700 Johannesburg, Sud Africa
14 Los Angeles Memorial Coliseum 93.607 Los Angeles, Usa
15 Sanford Stadium 92.746 Athens, Usa
16 Rose Bowl 92.542 Pasadena, Usa
16 Tiger Stadium 92.542 Baton Rouge, Usa
18 Cotton Bowl 92.100 Dallas, Usa
19 Wembley Stadium 90.000 Londra, Regno Unito
19 Eden Gardens 90.000 Calcutta, India

Champions League 2011/2012, partite di ritorno quarti di finale: Bayern Monaco-Marsiglia

Olic, nei panni di vice Gomez, cala il bis
Iniziano dunque anche i match di ritorno dei quarti di finale di questa edizione della UEFA Champions League: il Bayern di Monaco contro l'Olimpique Marsiglia. I tedeschi sono favoriti sia dal principio sia in virtù del risultato dell'andata, che li aveva premiati per 0-2 in casa dei francesi (reti di Gomez e Robben). Nei primi 10 minuti la squadra di Heynckes fa la partita e cerca di rendersi pericoloso con le incursioni di uno scatenato Franck Ribery (ex di turno, tanto fischiato all'andata a Marsiglia), ma le prime conclusioni sono della formazione schierata da Deschamps, che trovano però un attento Neuer. Al 13' il Bayern si porta in vantaggio: parte Ribery, dribbla diversi avversari facendo ubriacare la difesa e poi mette una gran palla in mezzo per Ivica Olic, che non fallisce il tap-in da due passi per l'1-0. La risposta del Marsiglia arriva con una bella conclusione piazzata da fuori di M'Bia, sulla quale si supera il portiere Neuer in calcio d'angolo.

3.4.12

Napolitano casca nel tranello di Italia-Programmi: sito oscurato.

L'ormai famoso sito Italia-Programmi.net è stato oscurato in Italia dalla procura di Milano.

Champions League 2011/2012, partite d'andata dei quarti di finale: Benfica-Chelsea 0-1

Roberto Di Matteo, trascinatore dei Blues
Il Chelsea targato Di Matteo vince ancora e, seppur con molta fatica, supera in trasferta 1-0 il Benfica nell'andata dei quarti della Champions League 2011/2012. All'estadio Da Luz va in scena una partita tra due ottime squadre, ma che, alla fine, non risulterà particolarmente emozionante, per dirla tutta abbastanza soporifera. La spuntano gli inglesi del Chelsea che fanno valere il solito fattore E, dove E sta per esperienza, con un goal dell'ivoriano Salomon Kalou nell'ultimo quarto d'ora. Ancora però niente è definitivo, il Benfica ha le carte in regola per ribaltare il risultato vincendo a Stamford Bridge, anche se non sarà facile. In campo, si segnala la presenza dei due ex di turno, Ramires e David Luiz, che, fino a poco tempo fa, militavano nelle Aquile.

Barcellona-Milan. L'esperienza in campo.

L'esperienza in campo quasi sempre gioca un ruolo fondamentale nelle partite di competizioni internazionali come, nel nostro caso, la Champions League.
Ma tra il Milan e il Barcellona chi è più esperto a livello di presenze in gare internazionali Uefa?
La risposta potrebbe sembrare scontata, ma pensandoci bene non lo è. Analizziamo dunque le rose più in dettaglio per rispondere a quasto legittimo dubbio ipotizzando le seguenti come formazioni titolari del match.

BARCELLONA (3-4-3): Victor Valdes; Mascherano, Piqué, Puyol; Dani Alves, Xavi, Busquets, Iniesta; Sanchez, Messi, Fabregas.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Mexes, Antonini; Nocerino, Ambrosini, Seedorf; Boateng; Robinho, Ibrahimovic.

Partiamo dal Milan:

Clarence Seedorf, 245 match internazionali
  • Christian Abbiati: 62 presenze in partite internazionali Uefa con club, 4 presenze in nazionale
  • Ignazio Abate: 21 con club, 2 in nazionale
  • Alessandro Nesta: 124 con club, 78 in nazionale
  • Philippe Mexes: 73 con club, 23 in nazionale
  • Luca Antonini: 19 con club
  • Antonio Nocerino: 17 con club, 10 in nazionale
  • Massimo Ambrosini: 102 con club, 35 in nazionale
  • Clarence Seedorf: 162 con club, 87 in nazionale
  • Kevin Prince Boateng: 23 con club, 9 in nazionale
  • Robson de Souza (Robinho): 45 con club, 90 in nazionale
  • Zlatan Ibrahimovic: 94 con club, 75 in nazionale

Per un totale di 1.155 presenze!

Vediamo ora il Barça:

Xavi Hernandez, 247 match internazionali

  • Victor Valdes: 98 con club, 7 in nazionale
  • Javier Mascherano: 59 con club, 79 in nazionale
  • Gerard Piqué: 45 con club, 38 in nazionale
  • Carlos Puyol: 123 con club, 99 in nazionale
  • Daniel Alves: 91 con club, 55 in nazionale
  • Xavi Hernandez: 139 con club, 108 in nazionale
  • Sergio Busquets: 39 con club, 38 in nazionale
  • Andres Iniesta: 81 con club, 64 in nazionale
  • Alexis Sanchez: 14 con club, 45 in nazionale
  • Lionel Messi: 68 con club, 68 in nazionale
  • Francesc Fabregas: 68 con club, 63 in nazionale
Per un totale impressionante di 1.489 presenze!

La storia recente della F1

Ecco uno speciale che vi propone Calcioedintorni sulla F1 recente, cioè sui fatti accaduti dal 2006 in avanti con tutte le varie novità e curiosità anno dopo anno, per avere tutta la spiegazione dettagliata sulla stagione sulla quale volete avere informazioni cliccate nei vari link che troverete passando il mouse sopra l'anno ad esempio se cliccate sopra a 2006 vi compariranno tutte le informazioni possibili come vi abbiamo detto sopra.
  • Stagione 2006: Fernando Alonso (Renault)-------> Renault campione costruttori
  • Stagione 2007: Kimi Raikkonen (Ferrari)---------> Ferrari campione costruttori
  • Stagione 2008: Lewis Hamilton (McLaren)-------> McLaren campione costruttori
  • Stagione 2009: Jenson Button (Brawn Gp)-------> Brawn Gp campione costruttori
  • Stagione 2010: Sebastian Vettel (Red Bull)-------> Red Bull campione costruttori
  • Stagione 2011: Sebastian Vettel (Red Bull)-------> Red Bull campione costruttori
ATTENZIONE: Per questo speciale si fa un post a settimana e se non trovate la stagione che volete vedere dovrete aspettare una settimana (ne facciamo uno tutti i martedì come una rivista settimanale), oppure se avete urgenza chiedete in chat che il lavoro sarà affrettato!

Volata scudetto

Lo scudetto se lo giocano loro
Mancano solo otto giornate al termine della massima competizione calcistica italiana, la Serie A edizione 2011/2012. Protagoniste quest'anno sono state sicuramente due squadre: il Milan di Allegri, Campione d'Italia in carica, e la Juventus di Conte, che partiva da sfavorita dopo due settimi posti ed invece sta sorprendendo tutti per gioco e risultati. Ad inizio campionato c'erano altre squadre che insidiavano le pretendenti al titolo, come l'Udinese di Guidolin, il Napoli di Mazzarri e anche la Lazio di Reja. Ora però Juve e Milan sono una cosa a parte, completamente distaccate dalle squadre più in giù, che lottano per il terzo posto (accesso tramite play-off alla Champions League dell'anno prossimo) ed hanno "lasciato" la lotta-scudetto alle due lì davanti.

Genoa e Fiorentina, paura retrocessione

Quando mancano solo otto giornate al termine del campionato calcistico di Serie A, nelle parti basse della classifica si è formata una situazione particolare ed insolita. Come ben sapete retrocedono automaticamente in Serie B le ultime tre classificate, senza play-out o quant'altro, quindi la lotta per restare nella massima serie si scalda e si fa più interessante. In questa stagione, guardando la classifica, notiamo che oltre alle solite note ci sono due squadre che solitamente troviamo più in alto, a lottare più che altro per un posto in Europa. Cliccate qui per vedere la classifica. All'ultima posizione troviamo il Cesena di Mario Beretta, a 19 punti e ormai, anche se non ufficialmente, (quasi) retrocesso. A 24 punti c'è il Novara di Attilio Tesser, l'allenatore che in due anni aveva portato i piemontesi dalla C alla A, esonerato ma poi richiamato. Il Novara ha occupato per gran parte del campionato il 20esimo posto, ma ora sembra essersi un po' ripreso: anche qui la situazione è grave, ma non del tutto irrecuperabile.